Informativa sulla privacy

Un giro per Londra nel segno degli Oasis

Quando pensiamo agli Oasis, il primo luogo che ci viene in mente è sicuramente Burnage, il quartiere di Manchester dove i Gallagher sono cresciuti. Ma dal 1994 è sicuramente Londra (e in particolare modo Camden) il fulcro delle vite e dei destini della band simbolo di una generazione. Quello che elenchiamo in questo articolo è solo un piccolo e sicuramente incompleto elenco di locali, parchi e abitazioni londinesi che sono stati teatro sin dagli Anni 90 di avvenimenti importanti per gli Oasis e per il Britpop in generale.

Primrose Hill Park
Il parco di Primrose Hill era molto spesso frequentato dagli Oasis durante i loro anni di gloria. E’ proprio qui che venne scattata la foto di copertina del singolo Wonderwall (ne parliamo in questo articolo) e alcune tra quelle presenti nel booklet di Don’t Believe The Truth, album del 2005.

Primrose Hill Park, Londra.
Primrose Hill Park, Londra.

Creation Records, Primrose Hill
Il quartiere di Primrose Hill era abbastanza tranquillo prima dell’arrivo della Creation Records, al civico 109 di Regents Park Road. Con i Primal Scream, My Bloody Valentine e gli Oasis, la Creation era considerata la label più cool degli Anni 90.

Alan McGee, boss della Creation.
Alan McGee, boss della Creation.

Pembroke Castle, Primrose Hill
Poco distante dal quartier generale della Creation Records, il Pembroke Castle era il pub più frequentato dai Gallagher negli anni 90. É il primo locale che si incontra uscendo dalla fermata Chalk Farm della Northern Line verso Primrose Hill.

Pembroke Castle, Primrose Hill
Pembroke Castle, Primrose Hill

Berwick Street
Berwick Street è una traversa di Oxford Street, via dello shopping londinese. Divenne famosa grazie all’iconica copertina di (What’s The Story) Morning Glory? del 1995.

Berwick Street, Londra.
Berwick Street, Londra.

Supernova Heights, Belsize Park
Nel 1995 Noel Gallagher e la sua futura moglie Meg Mathews si trasferirono poco distanti dagli uffici della Creation Records. Era il periodo d’oro degli Oasis e la residenza di Noel, battezzata Supernova Heights, era molto spesso teatro delle feste più cool della zona. É situata al civico 8 di Steele’s Road, non troppo lontano dall’appartamento di Liam Gallagher e Patsy Kensit, quest’ultima al 32 di Elsworthy Road.

Supernova Heights, Belsize Park.
Supernova Heights, Belsize Park.

The Good Mixer, Camden Town
Considerato il quartier generale del Britpop, leggenda vuole che questo Irish Pub al 30 di Inverness Street abbia visto nascere la rivalità tra i Blur e gli Oasis.

The Good Mixer Pub, Camden.
The Good Mixer Pub, Camden.

Albert Street, Camden Town
È in questa via che Noel Gallagher e Meg Mathews trovarono la loro prima sistemazione londinese, al numero 88, prima di trasferirsi presso la Supernova Heights. E’ proprio qui che Noel ricevette forse la telefonata più importante della sua carriera: “Era un martedì mattina, avevo partecipato ad una festa la notte precedente ed ero a letto con un tremendo hangover. Il telefono squillava ripetutamente da circa un’ora e quando finalmente risposi capì subito che dall’altra parte c’era il mio manager che esordì dicendo: ‘Sei ufficialmente diventato un milionario’.
Questo è decisamente il ricordo migliore della mia intera carriera.”

Source: camdenmarket.com